Blog: http://pierofassino.ilcannocchiale.it

Fermiamo l'abisso della violenza

 
Un indiano è stato bruciato alla stazione di Nettuno da un branco di balordi.

Un ragazza rumena è stata violentata da tre maghrebini.

Non ci sono davvero parole per esprimere l'orrore di fronte a questi episodi di violenza che scandiscono ormai la nostra vita quotidiana.

Ma è tempo di chiederci in quale società viviamo e, soprattutto, in quale vogliamo vivere, rimettendo al centro dei comportamenti di ognuno la dignità della persona, il rispetto del corpo altrui, la vicinanza con i deboli, l'uguaglianza dei diritti e dei doveri, il rifiuto di ogni forma di sopruso e di violenza, la lotta alla solitudine, alla umiliazione, alla marginalità.

Pubblicato il 1/2/2009 alle 18.6 nella rubrica Post-it.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web