Blog: http://pierofassino.ilcannocchiale.it

Sicurezza: le bugie hanno le gambe corte

 
In campagna elettorale la destra usò la sicurezza come una clava.

Lo stupro omicida della signora Reggiani fu usato per una incivile e vergognosa aggressione a Veltroni, in quel momento Sindaco di Roma.

Si fece credere che gli immigrati clandestini affluivano in Italia perché il governo Prodi non ne contrastava l’arrivo. E si spiegò agli italiani che con la destra al governo i cittadini sarebbero stati finalmente sicuri.

Ma le bugie hanno le gambe corte.

Lampedusa scoppia di clandestini arrivati, negli otto mesi del governo Berlusconi, in numero doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (sotto il governo Prodi). E gli stupri feroci di questi giorni a Roma dicono che le violenze sulle donne non dipendono dal colore politico di un sindaco.

La sicurezza dei cittadini è un bene troppo prezioso per ridurlo a propaganda e demagogia.

Pubblicato il 25/1/2009 alle 15.56 nella rubrica Post-it.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web