Blog: http://pierofassino.ilcannocchiale.it

Non lasciamo solo Roberto Saviano

Ho incontrato Roberto Saviano nei giorni in cui usciva Gomorra, un libro di straordinario coraggio civico e morale nel denunciare lo sfascio civile, sociale e la camorra.

Mi parlò di quanto amasse la sua terra e di quanto soffrisse nel vederne il degrado. Mi raccontò della sua famiglia e dei valori forti di laboriosità, di rispetto delle persone, di onestà a cui i suoi genitori l’avevano educato.

Mi colpì soprattutto, il suo carattere mite unito ad una straordinaria determinazione a non accettare di vivere in una terra devastata dal ricatto, dall’intimidazione e dalla paura. I

In una società violenta ci sono meno diritti, meno opportunità, meno certezze per tutti e chi è più debole lo è ancora di più.

Per questo non lasciare solo Saviano è un dovere morale e civico ed è responsabilità di ciascuno di noi stare al fianco di Roberto nella sua battaglia di libertà, di civiltà, di democrazia.

Pubblicato il 16/10/2008 alle 16.17 nella rubrica Post-it.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web