.
Annunci online

15 dicembre 2010

Tre voti in più non bastano

All’indomani delle elezioni del 2008 Berlusconi disponeva in Parlamento di quasi 100 deputati e 50 senatori in più. Quel vantaggio si è ridotto soltanto a 3 voti di maggioranza, peraltro ottenuti con una scandalosa campagna acquisti in un mercato indegno del Parlamento.

Berlusconi esulta e gonfia il petto, ma in realtà la sua è una “vittoria di Pirro”, perché con soli 3 voti in più la maggioranza non sarà in grado di approvare nessun provvedimento significativo.

E non vi è nulla di peggio di un Governo che pretende di rimanere in carica senza avere la capacità, né la forza per governare. Un comportamento irresponsabile perché così a pagare è il Paese, i cui problemi rimangono irrisolti e rischiano di aggravarsi ancora di più.

Per questo la battaglia del PD e dell’opposizione non può e non deve fermarsi per liberare il Paese da questo Governo e aprire una nuova stagione politica capace di restituire all’Italia stabilità, crescita e serenità.



permalink   inviato da piero fassino il 15/12/2010 alle 17:40    commenti (8)
Versione per la stampa

Sfoglia
novembre