.
Annunci online

18 giugno 2010

I sacrifici dei cittadini per pagare un ministro in più

Dopo tante parole demagogiche sui costi della politica, un bel ministro in più.

Il Consiglio dei Ministri ha nominato Aldo Brancher “ministro per il federalismo” in un governo che ha già un ministro per le riforme istituzionali (Bossi), uno per la semplificazione legislativa (Calderoli), uno per gli affari regionali (Fitto) e uno per la funzione pubblica (Brunetta), cioè 5 ministri che si occupano delle stesse cose. Alla faccia dell’efficienza, della semplificazione, del rigore.

E nello stesso tempo il Governo non nomina il nuovo Ministro dell’Industria, questo sì un incarico di cui il sesto paese industriale del mondo avrebbe bisogno.

Un vero e proprio scandalo. Uno schiaffo ai cittadini che adesso sanno che i sacrifici imposti da Berlusconi e Tremonti servono a pagare un ministro in più. Per di più inutile.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ministri berlusconi costi politica

permalink   inviato da piero fassino il 18/6/2010 alle 18:56    commenti (55)
Versione per la stampa

Sfoglia
maggio        luglio